LA MICROCOGENERAZIONE MIGLIORA LA QUALITÀ DELL’ARIA E DELLA VITA

L’inquinamento atmosferico è un problema grave in molte regioni del mondo, Europa compresa. L’emissione di sostanze come polveri sottili e ossidi di zolfo e azoto è responsabile ogni anno di un numero enorme di decessi. L’Italia vanta il triste primato europeo di morti premature causate dall’inquinamento atmosferico: quasi 85.000 morti l’anno secondo l’Agenzia Ambientale Europea. Il problema è più grave nelle città, dove alle emissioni causate dal traffico si aggiungono quelle derivanti dal riscaldamento degli edifici, che assumono un rilievo particolare data l’arretratezza del patrimonio edilizio italiano, unita all’obsolescenza dei sistemi di climatizzazione invernale. Le soluzioni a questo problema ci sono. Per quanto riguarda l’incidenza del riscaldamento domestico sulla qualità dell’aria, la microcogenerazione – la generazione simultanea di energia elettrica e calore a partire dal metano e da fonti rinnovabili come il biometano – è tra le risposte più efficaci.

Leggi l’articolo integrale del Sole 24 Ore.